Giocare con il medico? O con i cattivissimi Guardiani? Ecco qua i protagonisti del nostro PUNTO 180, 2 personaggi differenti con 2 scopi differenti:

 Il Medico

Il Medico deve liberare i pazienti rinchiusi nelle celle per permettere loro di uscire dal manicomio

I Guardiani

I Guardiani dovranno impedire la fuga dei pazienti liberati dal Medico, catturando quelli usciti dalla cella.

Il tutto giocato sopra differenti padiglioni, “scacchiere” ispirate a vere strutture manicomiali e arricchite dalle immagini del mio progetto fotografico PERSISTENZE. E’ questa la cosa più particolare di PUNTO180, un gioco che non è “soltanto” un gioco ma bensì un veicolo per far scoprire a tutti la grandezza e l’importanza di questa legge che ha reso l’Italia un paese unico al mondo: la legge 180.

Sono 8 i padiglioni dove si gioca a PUNTO 180 e sono tutti ispirati a planimetrie di strutture manicomiali italiane.

Le parti cerchiate in rosso si riferiscono a particolari fotografici
realmente esistenti nelle strutture a cui mi sono ispirato.

Padiglione  1 – Lombroso – PesaroManicomio di Pesaro

Il padiglione Lombroso è ispirato al manicomio di Pesaro, la prima delle due foto rappresenta un particolare dei giardini di collegamento delle sezioni del manicomio mentre la seconda è un corridoio posto sempre in un giardino di collegamento. I giardini di collegamento hanno ispirato la realizzazione di questo padiglione e il posizionamento dei pazienti nei quattro angoli  lo rendono uno scenario ostico. Se per i pazienti più vicini all’uscita la strada può considerarsi “facile”, per gli altri 4 ci sarà sicuramente da lottare!!!! Quindi scegliete bene la vostra strategia. Se volete ulteriori info sulla struttura, vi rimando al progetto fotografico PERSISTENZE,  sul mio sito, alla pagina del manicomio di Pesaro.

Difficoltà
75%

Longevità
65%


Padiglione 2 – Scabia – VolterraManicomio di Volterra

Il manicomio di Volterra è famoso per il suo particolarissimo graffito eseguito dal paziente NOF realizzato sulle pareti esterne del padiglione Ferri, qua in foto un suo particolare. Il padiglione Scabia è ispirato proprio da questa struttura. Corridoi stretti, una sola via d’uscita e tanta adrenalina sono gli ingredienti di questo padiglione. Per maggiori informazioni vi rimando al progetto fotografico PERSISTENZE, sul mio sito, alla pagina del manicomio di Volterra.

Difficoltà
60%

Longevità
70%


Padiglione 3 – Charcot – ImolaManicomio di Imola

Il complesso manicomiale dell’OSSERVANZA di Imola con i suoi padiglioni allineati. La sua particolare struttura e distrizbuzione hanno ispirato il piano.  I 2 versanti speculari di questo padiglione sono collegati fra di loro da 3 strettissimi corridoi che potrebbero regalare delle brutte sorprese ai giocatori quindi…occhi puntati sulla mappa e cercate di mantenere la calma!!!! Se siete incuriositi dalla struttura e cercate ulteriori informazioni, ecco la pagina dove dovete andare.

Difficoltà
60%

Longevità
55%


Padiglione 4 – Tamburini – VogheraManicomio di Voghera

Un classico dei classici. Il manicomio di Voghera con la sua inquietante ROTONDA, l’area a base circolare dove venivano reclusi i pazienti violenti a scopo punitivo. Mappa ostica per i sui stretti corridoi, gestire la superiorità numerica diventa una priorità!!!! Qua la pagina del manicomio di Voghera.

Difficoltà
70%

Longevità
80%


Padiglione 5 – Antonini – CogoletoManicomio di Cogoleto

Non poteva mancare il manicomio più grande d’Italia, quello di Cogoleto. In questo piano è stato scelto un salone con colonne e piastrelle rosse dove i pazienti vi accendevano i cerini per fumare. Le colonne al centro del padiglione gli donano una notevole impronta strategica, è molto difficile prevedere gli spostamenti delle varie pedine quindi…tenete gli occhi ben aperti!!!! Cliccate volete continuare a scorpire il manicomio di Cogoleto.

Difficoltà
75%

Longevità
60%


Padiglione 6 – Chiarugi – Reggio EmiliaEx OPG di Reggio Emilia

Il padiglione Chiarugi è ispirato all’unico Ospedale Psichiatrico Giudiziario presente in questo gioco, quello di Reggio Emilia. Qua in foto un particolare di un corridoio. Padiglione ampio che con i suoi larghi corridoi fanno presagire a una mappa facile…niente di più sbagliato!!!! La sua apparente “semplicità” offre la possibilità di muoversi da una parte all’altra della mappa in pochissime mosse rendendo questo scenario ricco di sorprese e di colpi di scena!!!! Leggi qua le altre info del manicomio di Reggio Emilia.

Difficoltà
55%

Longevità
55%


Padiglione 7 – Tobino – Lucca

Padiglione più giocato!!!!

Manicomio di Lucca

Il padiglione Tobino ispirato al manicomio di Lucca: qua in foto un particolare di una sala di contenzione. Ecco la mappa più giocata di PUNTO 180: la possibilità di avere un gioco veloce all’esterno, grazie al suo corridoio, e un gioco lento al suo interno, la stretta area centrale, lo rendono un piano altamente strategico e longevo, dove una piccola svista può compromettere la partita!!!! Ecco la pagina dedicata al manicomio di Lucca.

Difficoltà
60%

Longevità
95%


Padiglione 8 - Livi - SienaManicomio di Siena

Ed infine il padiglione Tobino ispirato al manicomio di Lucca, qua in foto un particolare di una sala di contenzione. Ecco la mappa più giocata di PUNTO 180: la possibilità di avere un gioco veloce all’esterno, grazie al suo corridoio, e un gioco lento all’interno, la stretta area centrale, lo rendono un piano altamente strategico e longevo, dove una piccola svista può compromettere la partita!!!! Per maggiori informazioni vi rimando al progetto fotografico PERSISTENZE, sul mio sito, alla pagina del manicomio di Lucca.

Difficoltà
60%

Longevità
65%